INFORMAZIONI MAGAZINE

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

E ricevi in omaggio il nostro magazine sfogliabile

[sibwp_form id=2]

 

PREMIO PARETE 2020 ARMANI: RE GIORGIO ICONA ITALIANA D’ECCELLENZA NEL MONDO

PREMIO PARETE 2020 ARMANI

LO STILISTA ITALIANO VINCE IL PREMIO PARETE 2020 ARMANI 

Milano, Università Bocconi – In diretta streaming dall’Università Milano, lo stilista Giorgio Armani riceve il riconoscimento Premio Parete 2020 Armani. La motivazione: “Per la sua personalità straordinaria che ha fissato un’inconfondibile impronta su un’epoca e che, ancora oggi, lo rende l’icona italiana per eccellenza nel mondo”.

PREMIO PARETE 2020 ARMANI

Il riconoscimento, dedicato alla memoria del finanziere abruzzese Ermando Parete, superstite del campo di sterminio di Dachau, è stato assegnato allo stilista e imprenditore Giorgio Armani dopo i precedenti assegnati a Vittorio Colao e Giovanni Tamburi, premiati rispettivamente nel 2018 e nel 2019.

Lo stilista italiano è intervenuto durante l’evento con un contributo audio, in cui ha ringraziato tutte le autorità presenti e ha espresso gratitudine per un riconoscimento così importante, intitolato alla memoria di un grande uomo: Ermando Parete rappresenta il coraggio e la Memoria, qualità fondamentali, soprattutto oggi, che si tende a dimenticare e a voltare spesso lo sguardo altrove di fronte ai problemi e alle ingiustizie”. Ma sappiamo bene che senza memoria non può esserci futuroe nemmeno innovazione. Senza ricordo di quello che è stato non si può costruire nulla, perché ci vogliono le fondamenta o tutto crolla”.

PREMIO PARETE 2020 ARMANI LO STILISTA ITALIANO VINCE IL PREMIO PARETE 2020 ARMANI 

Nel suo intervento Re Giorgio si è soffermato poi su ciò che questa pandemia ci ha lasciato, offrendo uno spunto di riflessione su una società che è diventata sempre più individualista: “Ora che tutto è virtuale,abbiamo il dovere di coltivare il sentire: quel sentimento collettivo che ci avvicina e unisce, e che ci rende degni di questo dono unico che abbiamo ricevuto, la vita”.

Il discorso di Giorgio Armani prosegue con l’augurio alle generazioni future di iniziare a lavorare, non solo nella moda ma in tutti i campi, sulla qualità e meno sulla quantità che ha spinto la società a diventare sempre più individualista.

Written by