Neuralink Elon Musk trasmetterà la musica direttamente al cervello

La Neuralink Elon Musk trasmetterà la musica direttamente al cervello attraverso dei chip

Neuralink Elon MuskNeuralink, nuova tecnologia firmata Elon Musk, sottolinea ancora una volta il suo tratto distintivo nel campo della neurotecnologia con un’importante novità: una nuova interfaccia trasmetterà la musica direttamente al cervello attraverso dei chip. Ad annunciarlo lo stesso imprenditore sudafricano, in attesa di una rivelazione prevista per il 28 di agosto.

Neuralink, azienda di neurotecnologie fondata da Musk nel 2016, starebbe lavorando a un’interfaccia che consentirà di trasmettere la musica direttamente al cervello.

La Neuralink Elon Musk trasmetterà la musica direttamente al cervello attraverso dei chip

A rivelarlo è lo stesso Musk che domenica pomeriggio ha risposto dal suo profilo Twitter alle domande di alcuni utenti. Quando lo scienziato informatico Austin Howard gli ha chiesto se un giorno sarà possibile ascoltare la musica senza il bisogno di usare le cuffie, ma trasmettendola direttamente al cervello, Musk ha risposto con un secco ““.

Le informazioni su Neuralink sono ancora poche. Per il momento si sa solo quello che è stato rivelato durante una presentazione del 2019, quando la società ha mostrato il progetto di un dispositivo che si collega al cervello attraverso dei fori nel cranio fatti con un laser (in modo non diverso dalla chirurgia laser oculare), con l’obiettivo di evolvere le facoltà cognitive del cervello umano.

La Neuralink Elon Musk trasmetterà la musica direttamente al cervello attraverso dei chip

Stando al progetto, le prime iterazioni di questo dispositivo hanno l’obiettivo di riparare le connessioni neurali danneggiate a tutti coloro che soffrono di disturbi cerebrali tra cui il Parkinson, ma gli utilizzi potrebbero essere molteplici. Musk infatti ha confermato ad alcuni followers curiosi che potrebbe aiutare anche a “stimolare il rilascio di ossitocina, serotonina e altre sostanze chimiche quando necessario”, in poche parole aiutare tutte le persone che soffrono di ansia e depressione.

Ulteriori dettagli sono previsti il 28 agosto, quando l’imprenditore terrà un nuovo evento legato a Neuralink.

Il futuro sembra proprio essere quello di una tecnologia in grado di dare vita ad una vera e propria simbiosi uomo-macchina.

 

 

Scritto da