Carlo Cracco a Santarcangelo: compra un’azienda agricola e (ri)parte dalla campagna!

Carlo Cracco a Santarcangelo

Lo chef stellato compra un’azienda agricola a Santarcangelo di Romagna

Una svolta ecosostenibile simbolo di cambiamento

Carlo Cracco a Santarcangelo – Dopo l’emergenza sanitaria che ha colpito l’Italia, il celebre chef televisivo ha deciso di ripartire dalla campagna con una sorta di ritorno alla natura e a una vita più tranquilla.

Carlo Cracco ha deciso di acquistare un’azienda agricola nella località di Montalbano, a Santarcangelo di Romagna. La scelta della location non è affatto casuale visto che la moglie Rosa Fanti, coinvolta ora nella gestione dell’attività, è originaria proprio di Santarcangelo.

Carlo Cracco a Santarcangelo Lo chef stellato compra un’azienda agricola a Santarcangelo di Romagna

Nell’’azienda agricola acquistata dallo chef si produce soprattutto frutta, fra cui ciliegie, susine, pesche e cachi. Ci sono inoltre parecchi ulivi e una grande vigna. Al momento, la maggior parte di questa frutta viene trasformata in marmellate, confettura e succhi di frutta. Il resto viene inviato nei ristoranti dello chef a Milano che, per l’occasione, propongono nel menù proprio le “ciliegie di Santarcangelo affogate nel Grand Marnier”.

C’è chi ipotizza che voglia aumentare la produzione e fare ulteriori investimenti nella struttura e non si esclude la costruzione di un possibile agriturismo.

La scelta rappresenta a tutti gli effetti una svolta ecosostenibile, creando qualcosa che non abbia solo l’obiettivo di deliziare il palato delle persone, ma che rappresenti anche e soprattutto un simbolo di cambiamento.

Cracco ha dato il suo personale contributo alla lotta al Coronavirus facendo visita agli operai impegnati nella realizzazione dell’ospedale da campo in Fiera Milano e cucinando per loro.

Per quanto riguarda le sue molteplici attività di ristorazione, lo chef ha puntato nei mesi scorsi sul suo shop online e sul servizio delivery, sia col suo ristorante Carlo e Camilla in Segheria che con il suo locale in Galleria Vittorio Emanuele a Milano. 

 

 

 

Scritto da