Eleganza bon ton per Emporio Armani uomo primavera estate 2013

Eleganza bon ton per Emporio Armani uomo primavera estate 2013

 

La collezione uomo primavera estate 2013 di Emporio Armani

Presentata in occasione di Milano Moda Uomo la collezione PE 2013 di Emporio Armani ha mostrato un uomo dal look per bene e dall’eleganza impeccabile che ama la modernità e la ricercatezza nei dettagli preziosi.

Con heritage quasi aristocratico l’uomo di Emporio Armani mette in mostra le gambe indossando pantaloni corti o addirittura cortissimi abbinandoli a giacche eleganti a volte anche a doppiopetto.

Re Giorgio in questa collezione è partito dal corpo per disegnare i vestiti, trovando ispirazione dall’idea della moda che intorno al corpo costruisce la sua realtà e se, la gamba viene valorizzata e diventa nuovo simbolo del sex appeal maschile, l’occhio va alla fisicità scolpita che viene ben evidenziata e dai capi esprimendo tutta la sua energia.

In passerella hanno sfilato anche trench, caban e giacche che hanno declinato i tessuti classici come Principe di Galles, spina di pesce o microcheck, trattati e lavorati con procedimenti con procedimenti tecnici per conferire ai tessuti una nuova consistenza.

Moltissime le proposte di calzoni corti, o cortissimi, dai tagli slim e dai richiami anni ’50, fascianti, con piccoli risvolti, alternati in qualche caso a pantaloni dal cavallo più basso e più corti alla caviglia, con pieghe stirate sul davanti.

La leggerezza e il comfort dello sportswear riappare nella giacca in tessuto jersey a un solo o a doppio petto, chiné, lavorata a giro inglese e abbinata a un cardigan o nei blazer di nappa plongé, tagliati a vivo e con termosaldature.

La tavolozza dei colori vede la presenza di beige sfumati, blu, grigio, con qualche sprazzo di verde militare e nero per l’eleganza più rigosrosa della sera, dove dettagli in argento illuminano le tomaie delle scarpe in vacchetta a effetto tartarugato.

Per quanto riguarda gli accessori loafer in pelle con nappine o in vernice, stringate in vitello e derby bicolore. Borse in vacchetta, sottili portadocumenti e porta I-Pad, cravatte in seta indossate come dei
foulard, cinturini in pelle, borse a tracolla di ispirazione navy e shopper bicolor completano la collezione.

La sfilata di Emporio Armani ha ulteriormente emozionato il pubblico con la chiusura finale quando è stato mostrato il filmato dedicato alla squadra italiana alle Olimpiadi dal momento che EA7 di Armani ha realizzato le divise della nazionale ai giochi.

È difficile fare i colori per l’uomo e rendere credibile il suo guardaroba. Ci sono tipi di uomini che amano la stravaganza, e per loro il colore serve per uscire dalla normalità. Altri scelgono altre vie“, ha commentato Giorgio Armani. “Il pantaloncino corto segna le forme, al contrario del bermuda, però il pantaloncino non perdona, mette in evidenza tutta la gamba. E la gamba diventa così il nuovo punto focale della sensualità maschile, anche perché, le donne amano un bel sedere che poggia su due belle gambe”. Quindi, quest’uomo giovane non è una caricatura dell’uomo del passato, non si riferisce ai divi degli Anni 50 intorno alle piscine di Hollywood, ma ha quel tocco della normalità dell’oggi che, se si usa un grande equilibrio, rende un po’ tutti speciali. Bisogna soltanto curare il corpo e quello che l’avvolge: difficilmente un corpo non curato può reggere una maglia a maniche lunghe con righe opache e trasparenti che si alternano sul busto“.

Scritto da